Costruire l’Isola, episodio 1

Com’è fatta l’Isola? Falla tu!

Bene, caro lettore, a questo punto ti starai chiedendo: “Come diamine è fatta questa isola?” (magari starai usando un’imprecazione più colorita, magari no… ma andrà velocemente a colorirsi, credimi). Bene, come è fatta dovrai deciderlo tu assieme al gruppo con cui giocherai! (Ti avevo avvertito…)

Se sei arrivato su questa pagina e ti stai chiedendo di che isola parliamo, ti conviene andare qui e poi tornare a leggere.

Un luogo del genere permette proprio di creare un’ambientazione fluida, che si adatta allo stile di gioco del gruppo che affronta l’avventura e che viene “scoperta” mano mano che il gioco prosegue, proprio secondo i principi che guidano Dungeon World (“Gioca per scoprire quello che succede”). Questo vuol dire che dovrete immaginare e decidere delle cose riguardo l’ambientazione in fase preparatoria, ma non sarà necessario decidere tutto subito: molte cose verranno fuori spontaneamente durante il dipanarsi dell’avventura.

Continue reading

Posted in approfondimenti | Tagged , , | Leave a comment

Basta paragoni: non sono il fratello scemo di D&D!

Quante volte ho sentito paragoni tra D&D e Dungeon World. Forse per quel “dungeon” nel nome, forse perché Koebel e LaTorra si sono ispirati al capostipite dei giochi di ruolo per il loro regolamento, forse perché è naturale fare confronti con Dungeons & Dragons quando si parla di giochi di ruolo.
Molti però pensano che Dungeon World sia la versione semplificata e semplicistica di D&D.
SBAGLIATO.
Stiamo parlando di due sistemi completamente differenti che hanno in comune i nomi delle classi, i nomi delle caratteristiche e poco altro. Senza screditare o vantare un sistema rispetto ad un’altro, elenchiamo alcune differenze basilari. Continue reading

Posted in approfondimenti | Leave a comment

Il mondo invertito

“Signori, quello che abbiamo davanti ha veramente dell’incredibile. Mi avete seguito su quest’isola sapendo che ci potevano essere dei pericoli sconosciuti e non mi avete abbandonato quando li abbiamo incontrati. Avete lottato al mio fianco quando siamo entrati in questa caverna e siamo stati attaccati da quegli strani esseri che sembravano formiche giganti. Speravamo di trovare qualche grande tesoro nascosto o pietre preziose nascoste nella terra e siamo stati delusi. Ma non per questo siete tornati indietro lasciandomi alla mia follia. Si, follia! Perché continuare a cercare ricchezze rischiando la vita contro creature da incubo è sicuramente follia. Ma non riesco a vivere altrimenti. Questa sete dentro di me mi corrode come un verme che si ciba delle mie interiora se non lo sazio con l’avventura. Quale maledizione la mia! E quale maledizione è caduta su di voi quando mi incontraste? Continue reading

Posted in narrativa | Leave a comment

Chen Li alla ricerca dell’immortalità – prima parte

“Celeste imperatore, il vostro umile servo Chen Li, discepolo di Xu Fu e con lui partito alla ricerca dell’elisir di eterna vita, è lieto di annunciare a vostra divinità di essere giunto finalmente sulla misteriosa e introvabile isola perduta e di trovarsi ai piedi del monte Penglai, dove risiedono gli otto immortali che custodiscono il segreto della vita eterna. Il viaggio che abbiamo affrontato è stato lungo e ricco di pericoli. Le acque del Mare Orientale sono spesso in tempesta e infestate da bestie marine che impediscono alle navi di avvicinarsi alle sponde dell’isola che risulta quasi impossibile da avvistare perché sempre celata da una spessa cortina di nebbia. Mi permetto adesso di narrare a vostro splendore, più nel dettaglio, per quanto mi è possibile, la cronaca delle vicissitudini che mi hanno portato in questo luogo inaccessibile. Eravamo già da molto tempo in viaggio e avevamo perso a causa delle tempeste un quarto della nostra flotta quando, durante il mese di Zengh,  al sorgere della prima luna piena, sul mare increspato da onde sospinte dal vento contrario, vedemmo qualcosa muoversi velocemente verso noi.

Continue reading

Posted in narrativa | 1 Comment

L’Ordalia e i suoi campioni – prima parte

Nella zona sud-est dell’isola, in un piccolo deserto sabbioso circondato da formazioni rocciose utili per le costruzioni, si trova un edificio imponente che a prima vista potrebbe sembrare una gigantesca arena. Almeno era questo il suo scopo iniziale, quando alcuni mercanti facoltosi cominciarono il loro investimento nella nuova terra. Volevano creare il più grande anfiteatro mai esistito. Quando però si accorsero che i lavori andavano troppo per le lunghe e che la zona era poco frequentata, perché le esplorazioni spingevano le navi sempre più ad occidente, decisero di abbandonare l’iniziativa e, con l’appoggio di governatori e principi, evitare di pagare gli appaltatori che stavano svolgendo i lavori.

Da quel momento, il grande teatro divenne la casa dei lavoratori che nel tempo lo ampliarono sempre più, fino a farlo diventare una maestosa torre brulicante di vita. Il tutto grazie a finanziamenti arrivati dal mercato nero e soprattutto dagli scontri di schiavi e animali feroci.

Continue reading

Posted in narrativa | Leave a comment